La comunità in divenire. Dal principio dialogico di Martin Buber

Schepis , Maria Felicia La comunità in divenire. Dal principio dialogico di Martin Buber. [Articles (Articoli)]

[img] HTML (Articolo su comunità in Buber)
SCHEPIS.html
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial Share Alike.

Download (284kB)

Abstract

La comunità descritta da Martin Buber è libera da accenti sentimentali o romantici: “non nasce dal fatto che le persone nutrano sentimenti reciproci” o dalla “simpatia”. Lontana dall’essere pensabile come un’istituzione che offra “sicurezza”, essa dunque è solo una possibilità. Una possibilità che spetta all’uomo cogliere come alternativa agli atteggiamenti annichilenti dell’individualismo e del collettivismo. “E’ solo una possibilità - scrive il filosofo - ma non esiste altro che questa”.

Item Type: Articles (Articoli)
Additional Information: Articolo pubblicato su www.sifp.it il 26/02/2006. Il testo, parzialmente modificato, è tratto dal volume Confini di sabbia. Un’ermeneutica simbolica dell’esodo, Giappichelli, Torino, 2005.
Uncontrolled Keywords: Buber, comunità, principio dialogico,
Subjects: P Philosophy
Depositing User: Unnamed user with email info@prospettive.biz
Date Deposited: 05 Jun 2008 09:00
Last Modified: 05 Jun 2008 09:00
URI: http://eprints2.sifp.it/id/eprint/48

Actions (login required)

View Item View Item