La solitudine di Jean-Jacques Appunti a margine delle "Confessions"

Rezzesi, Riccardo La solitudine di Jean-Jacques Appunti a margine delle "Confessions". [Articles (Articoli)]

[img]
Preview
PDF
la_solitudine_dell'io-versione_defintiva.pdf
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial Share Alike.

Download (205kB)

Abstract

La lettura delle Confessions rousseauiane impone un interrogativo di non facile o, comunque, di non immediata risoluzione: c’è e, nel caso, qual è la portata filosofica di un’opera autobiografica? [...] L’interiorità è, per il soggetto moderno, «l’unico spazio in cui si può decidere la condanna o guadagnare la salvezza». Da questo punto di vista, l’autobiografia rousseauiana (non solo, quindi, Les confessions, ma anche i Dialogues e le Rêveries) si presenta nella veste di caso paradigmatico: l’io rousseauiano è un io che si scontra con il mondo e che a fronte di questo scontro vuole guadagnare un’identità priva di crepe o di contraddizioni. Un’identità che Jean-Jacques tenta di edificare riflessivamente all’insegna di un’irriducibile estraneità rispetto agli uomini (a suo dire, viziosi e corrotti) che abitano il tempo storico nel quale, suo malgrado, si è trovato a vivere.

Item Type: Articles (Articoli)
Uncontrolled Keywords: Rousseau, autobiografia, politica, identità
Subjects: P Philosophy
Depositing User: Unnamed user with email info@prospettive.biz
Date Deposited: 20 May 2015 13:27
Last Modified: 07 May 2018 13:22
URI: http://eprints2.sifp.it/id/eprint/373

Actions (login required)

View Item View Item