La controversa politica del nudge: psicocrazia quasi-totalitaria o pragmatismo migliorista?

Caruso, Sergio La controversa politica del nudge: psicocrazia quasi-totalitaria o pragmatismo migliorista? [Articles (Articoli)]

[img]
Preview
PDF
La_controversa_politica_del_nudge_(CARUSO).pdf
Available under License Creative Commons Attribution Non-commercial Share Alike.

Download (158kB)

Abstract

Il senso di questa parola, nudge, viene oggi reso in italiano come “spinta gentile”: una spintarella garbata che non forza l’altro in una certa direzione, ma solo gliela indica, quasi affettuosamente. In inglese designa di solito un “colpetto di gomito”, come per dire al vicino: guarda lì! E’ questa la “filosofia” proposta da Thaler e Sunstein. Ed è questa, ci dicono, la “filosofia” alla base della presidenza Obama. Non si tratta, però, della vecchia politica degli incentivi economici: gli autori per primi ne riconoscono tutti i limiti e cercano, dunque, qualcosa di nuovo. Anzi: nessuno più di loro e meglio di loro, perché sia Thaler che Sunstein sono due “pentiti”, tanto sul piano ideologico quanto sul piano scientifico.

Item Type: Articles (Articoli)
Uncontrolled Keywords: Thaler, Sunstein, nudge strategy
Subjects: H Social Sciences
Depositing User: Unnamed user with email info@prospettive.biz
Date Deposited: 28 Sep 2010 18:01
Last Modified: 07 May 2018 13:22
URI: http://eprints2.sifp.it/id/eprint/258

Actions (login required)

View Item View Item